Ecologia del potere
Studio su Danilo Dolci

A. Vigilante, Ecologia del potere. Studio su Danilo Dolci, Biblioteca di Educazione Democratica, II, Edizioni del Rosone, Foggia 2012, pp. 520. Isbn 978-88-97220-53-4

 

In che modo è possibile vivere da fratelli? Cos’è il potere? Cosa vuol dire comunicare? Come è possibile combattere la povertà, l’ignoranza, l’abbandono? Come può una comunità smarrita ritrovare la sua via? Come si possono sconfiggere le mafie? Come può l’uomo essere creatura tra le creature, rapportandosi armonicamente con tutto ciò che vive?
Sono queste le domande che nell’arco di un quarantennio, dal 1952 (anno dell’arrivo in Sicilia) fino alla morte, hanno guidato la ricerca e la prassi appassionata e feconda di Danilo Dolci.
Questo studio ricostruisce nella prima parte la sua storia, che è legata indissolubilmente alla storia del nostro paese in un periodo che ha visto il passaggio fin troppo rapido dalla civiltà contadina a quella industriale e consumistica, e nella seconda parte ne analizza il pensiero, con particolare attenzione ai temi del potere e della comunicazione.
Non si tratta solo di recuperare un pezzo importante del nostro passato recente, ma anche e soprattutto di riscoprire un messaggio ed un metodo, quello della maieutica reciproca, che possono contribuire in modo essenziale alla chiarificazione dei problemi della società postmoderna.

 

Antonio Vigilante vive a Foggia, dove è nato nel 1971. Docente di scienze umane nei licei, collabora con l’Università di Bari. Si occupa di teoria e storia della nonviolenza e di pedagogia. Ha pubblicato studi su Capitini (La realtà liberata. Escatologia e nonviolenza in Capitini, 1999), su Gandhi (Il Dio di Gandhi. Religione, etica e politica, 2009; La pedagogia di Gandhi, 2010) e sul pensiero nonviolento (Il pensiero nonviolento, 2004). È inoltre autore di un pamphlet sulla scuola (La barchetta di Virginia. Manifesto per una scuola improbabile, 2006) e di due raccolte poetiche, Quartine (2000) e Rima Rerum (2008). Con Paolo Vittoria ha scritto Pedagogie della liberazione. Freire, Boal, Capitini, Dolci (2011). È direttore scientifico della rivista Educazione Democratica.

 

Download

 



Acquista

 

E’ possibile acquistare il libro cartaceo nel sito delle Edizioni del Rosone, al costo di 29 euro a copia, oppure su IBS.

4 thoughts

  1. Sono grato ad Antonio Vigilante che ha pubblicato Le parole di Danilo Dolci, con il quale ho collaborato dal 1980 alla prematura dipartita, facendo con lui una ventina di semonari in Agropoli e dintorni, per cui, su mia richiesta al Poeta educatore fu conferita la cittadinanza onoraria in vita e poi intitolata una piazzetta dopo la morte.

    Ho dedicato tre libri al compianto Danilo, l'ultimo dei quali pubblicata da Arduino Sacco di Roma dal titolo "DOLCI RICHIAMI", che si può scaricare gratuitamente.

    Ho dedicato anch'io – come il prof. Ragone ha fatto a suo tempo su mia proposta – un lavoro dal titolo IL LESSICO di DANILO DOLCI, che mi riservo di inviare se gradito.

    Cari saluti

    Germano Bonora

    P. S.

    Tengo a precisare che il compianto Matteo Bernardi nel 1968 pubblicò la raccolta poetica "Tempo di pietra" con un saggio introduttivo di circa 20 pagine.

  2. Mi spiace di aver confuso Marcello Bernardi studioso di Danilo Dolci con il poeta lucano Matteo Bernardi, che nel 1968 pubblicò la prima silloge poetica dal titolo emblematico "TEMPO di PIETRA" con un mio saggio introduttivo.

    Cari saluti

    P. S.

    Complimenti ad Antonio Vigilante per l'esauriente lavoro su DANILO DOLCI, con il quale ho avuto il privilegio di collaborare dal 1980 alla morte.

    Al poeta educatore maieutico ho dedicato tre libri – "DANILO DOLCI – testimonianze di ieri e di oggi", edito a Vibo V. da Qualecultura/Kurumuny; "Attualità di Danilo Dolci – Omero dei poveri cristi, edito dalle Edizioni Maieutiche di Agropoli; "DOLCI RICHIAMI", Arduino Sacco Editore di Roma.

  3. Mi piacerebbe sapere se il giovane Antonio Vigilante, di cui ho letto pagine stupende sul poeta educatore abbia conosciuto in vita Danilo, di cui ha approfondito con notevole sagacia e amore l'opera in prosa e in versi oltre alla straordinaria vita.

    Colgo l'occasione per augurare ogni bene per il nuovo anno.

    Ad maiora!.

    Germano Bonora

    gerbono@alice.it

    1. No, purtroppo non ho avuto questa fortuna. Se anche lo avessi incontrato, la mia timidezza mi avrebbe impedito di approfondire molto la relazione. Ho cercato di conoscerlo a fondo attraverso i suoi scritti.

      Buon anno nuovo a te, e grazie di aver apprezzato il mio libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *